Supporto ed inclusione sociale

Questo ambito tende a promuovere lo sviluppo dell’individuo con la pianificazione e implementazione di attività e progetti volti a prevenire, mitigare e rispondere ai differenti meccanismi di esclusione sociale. Rientrano in queste attività i servizi rivolti alle persone senza dimora, alle persone diversamente abili, alle persone con dipendenza da sostanze, ai migranti, alle persone marginalizzate, alle persone ospedalizzate.

“Servizio di Aiuto alla Persona” (SAP)

In strutture pubbliche e private, la C.R.I. opera nell’assistenza sociale di soggetti vulnerabili, finalizzando i propri interventi a migliorare le condizioni di vita della persona e a favorirne l’inserimento sociale.

Questo tipo di attività viene svolta dai volontari del comitato CRI di Reggio Emilia in collaborazione con la Società Cooperativa Sociale “Il Piccolo Principe” e si propone di creare opportunità di vita autonoma e favorire l’integrazione delle persone disabili adulte (SAP) e minorenni (HAPPYSAP), attraverso momenti di socializzazione come le uscite serali (in birreria, pizzeria, bowling, cinema, e nei normali luoghi di divertimento giovanile…) o le attività sportive alle quali partecipano ragazzi e volontari

Oltre a favorire e rafforzare legami di amicizia, queste attività facilitano l’integrazione tramite il supporto della relazione instauratasi con il volontario. Sempre in collaborazione con la Società Cooperativa Sociale “Il Piccolo Principe”, i Volontari CRI partecipano a gite, periodi di vacanza e campi estivi.

Distribuzione viveri e capi di vestiario

Una o due volte alla settimana i Volontari confezionano pacchi alimentari che verranno distribuiti a persone con disagio economico, previa valutazione della documentazione richiesta. Per definire e decidere chi ha effettivamente bisogno del nostro aiuto, si valutano attentamente le richieste inviate dagli Assistenti Sociali del Comune.

Alcune volte l’anno sono necessarie Raccolte alimentari presso i Centri Commerciali per integrare gli alimenti AGEA.

l supporto sociale alla persona e alla comunità si attua anche con centri di ascolto e accoglienza e sportelli dedicati, per una migliore integrazione sociale e culturale. Essi sono rivolti alle fasce sociali più deboli ed in particolare all’assistenza a mamme in difficoltà .

Attività con ragazzi cerebrolesi

Anche questa attività è rivolta a ragazzi e persone disabili e si basa sulla collaborazione tra volontari CRI e l’Associazione Famiglie Cerebrolesi. Questi pomeriggi sono nati con l’intento di offrire momenti di aggregazione e condivisione diversi da quelli già esistenti nei centri diurni presenti sul territorio. Si organizzano prevalentemente attività ricreative, espressive o di scambio da eseguire insieme ai volontari, in modo da stimolare gli stessi ragazzi a sviluppare il proprio “luogo di aggregazione” .