… Mancano 11 giorni alla #garanazionaleCRI2017

La storia della Croce Rossa Italiana nasce da una delle battaglie più sanguinose del XVIII secolo che si consumò sulle colline a sud del Lago di Garda, tra San Martino e Solferino. Tre eserciti (Francese, Sardo-Piemontese e Austriaco) si scontrano lasciando sul terreno circa centomila fra morti, feriti e dispersi. Un giovane svizzero, Jean Henry Dunant, si trovò coinvolto nel terribile massacro, e notando che non esisteva alcun tipo di soccorso per quei poveri ‘sfortunati’ fu determinato nell’idea di creare una squadra di infermieri volontari che sotto il vessillo neurale bianco con sopra incisa una croce in rosso potesse recarsi sul campo a soccorrere i feriti e restituire i morti ai propri eserciti. Di seguito nella Convenzione di Ginevra del 1863 nacquero le società nazionali di Croce Rossa, tra cui quella italiana e un anno dopo, (22 agosto 1864) fu sancita la neutralità delle strutture e del personale sanitario. Quella data ancora oggi è incisa nell’emblema della Croce Rossa Italiana. Nello stesso anno nasceva il primo Comitato CRI italiano, a Milano, il 15 giugno 1864. Da un esame della documentazione conservata nel Polo Archivistico del Comune di Reggio, è emerso che fin dal 1866 venne costituito in città un Comitato locale della Croce Rossa Italiana. Nel gennaio 1879 si costituì in seno alla CRI “l’Unione delle dame’ con lo scopo di raccogliere offerte dalla carità privata e, provvedere alla educazione delle infermiere per mezzo di scuole speciali. Nell’archivio comunale di Reggio Emilia è esposto l’atto redatto per l’occasione, a firma del Presidente del Comitato Reggiano Cav. Domenico Nobili. Le prime attività dei Volontari del Soccorso risalgono alle prime squadre di soccorritori volontari costituite già nel 1866 ed attive sia negli ospedali da campo che sui treni ospedale. Nel 1915 nasce il primo corso di formazione organizzato a Reggio e documentato dalla stampa locale. La componente giovani, Croce Rossa Italiana Giovanile, come riportato dai documenti dell’archivio comunale, vede la luce nel 1930 con funzioni parascolastiche di organizzazione degli adolescenti. Dal 23 novembre 2012 sulla base del Decreto Legislativo di riorganizzazione dell’Associazione italiana della Croce Rossa sono state soppresse le Componenti Volontaristiche civili della Croce Rossa Italiana e tutti i soci sono diventati Volontari CRI. Il Comitato CRI di Reggio Emilia ha recentemente eletto il suo presidente: è il 38enne Roberto Piro, medico specialista in Malattie dell’Apparato Respiratorio, dirigente Medico presso Azienda Ospedaliera I.R.C.C.S. Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Tra le attività di formazione interna dei volontari CRI, ogni anno la Croce Rossa Italiana organizza la gara nazionale di primo soccorso, una grande manifestazione nazionale a cui partecipano squadre di volontari provenienti da precedenti selezioni regionali. Le gare sono simulazioni per la formazione ed esercitazione dei volontari su vari possibili emergenze quotidiane: incidente stradale, incidente domestico, infortunio sul lavoro, arresto cardiocircolatorio con rianimazione cardiopolmonare, maxi emergenze anche internazionali, diatribe giudiziarie internazionali. La competizione si articola in nove simulazioni numerate in modo progressivo secondo un percorso prestabilito che prevede una situazione statica o sceneggiata con almeno due infortunati. La squadra è valutata in base alla tecnica di primo soccorso applicata, alla priorità assegnata ai diversi casi, all’organizzazione del lavoro, alla chiamata di soccorso, alla capacità di coordinamento del caposquadra, al modo di agire nei confronti degli infortunati. Ogni prova è coordinata da un Giudice “Master” coadiuvato da uno o più Giudici con a disposizione una tabella di valutazione specifica per ogni soccorritore impegnato nella prova. La somma dei punteggi delle singole schede e di quella del Giudice Master costituirà la classifica. Classifiche parallele (con premi speciali) vengono redatte per la migliore prestazione su tematiche DIU (Diritto Internazionale Umanitario), maxi-emergenze, e tecniche di rianimazione cardiopolmonare senza presidi sanitari. La squadra vincente parteciperà alla competizione Europea FACE (First Aid Convention Europe) in rappresentanza dell’Italia. Di seguito i momenti salienti del programma della XXIV^ Gara Nazionale di Primo Soccorso, all’interno del Centro Storico della città:

  • Venerdì 15 Settembre:
  • Ore 14.00, Apertura Villaggio CRI
  • Ore 18.00 Sfilata delle squadre, dei giudici, dei Master, dei truccatori, dei simulatori, e dei supporters
  • Ore 18.30 Cerimonia di inaugurazione
  • Sabato 16 Settembre:
  • Ore 08.30 Inizio gara in piazza Martiri del 7 Luglio;
  • Ore 17.00 Fine gara e raduno squadre in piazza martiri del 7 luglio;
  • Ore 21.30 Premiazioni
Pubblicato in Gara Nazionale 2017, News Taggato con: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,